Mediazione Familiare

Che cos’è?

E’ un percorso rivolto a coppie separande, separate o divorziate, legalmente sposate o conviventi, con o senza figli, che hanno bisogno di prendere accordi o modificare quelli già esistenti per la riorganizzazione delle relazioni familiari in vista o in seguito alla separazione o al divorzio.
E’ uno spazio di incontro in un ambiente neutrale, nel quale i partner/genitori hanno la possibilità di negoziare le questioni relative alla propria separazione, ciò avviene nella garanzia del segreto professionale.
La mediazione familiare si occupa di rigenerare i legami familiari, con grande attenzione per quanto riguarda l’esercizio della cogenitorialità, nella separazione e nel divorzio.

Chi è il mediatore familiare?

E’ un esperto imparziale, equidistante e professionalmente preparato che aiuta la coppia a stabilire una comunicazione costruttiva.
Il mediatore familiare affronta sia gli aspetti emotivi sia quelli materiali, perché tutti sono parte integrante degli scambi relazionali tra i componenti di una famiglia e quindi possibili oggetti di negoziazione dei nuovi patti di separazione.

Gruppi di parola

Il Gruppo di Parola si pone come un intervento sinergico alla Mediazione Familiare analogamente impegnata nel favorire la comunicazione e sostenere la genitorialità condivisa. Il Gruppo di Parola è uno specifico metodo di lavoro che coinvolge gruppi ristretti di bambini o di ragazzi figli di genitori separati con l’obiettivo di:
favorire la comunicazione tra pari e tra figli e genitori;
salvaguardare il legame intergenerazionale ed il pieno accesso all’appartenenza paterna e materna;
aiutarli ad affrontare il cambiamento legato alla separazione dei genitori o alla ricostituzione di un diverso nucleo familiare.
Si tratta di uno spazio a cui si accede con il consenso di entrambi i genitori che permette, in un ambiente accogliente e per un tempo limitato, di affrontare temi importanti connessi alle trasformazioni della propria famiglia, esprimere ciò che si vive attraverso la parola, il disegno, i giochi di ruolo, la scrittura ma anche avere delle informazioni e porre delle domande. Il Gruppo di Parola può rivelarsi una valida risorsa per aiutare i bambini a riposizionarsi nel corpo familiare e riconoscere ciò che resta di fecondo pur nel dolore che stanno vivendo, senza sentirsi colpevoli della separazione dei genitori; attraverso il gruppo, apprendono e consolidano il messaggio più importante che ogni figlio di genitori separati deve acquisire: nonostante la separazione, mamma e papà continueranno ad amarli e a rimanere per sempre i loro genitori.